Congressi AIC

JBL
SPONSOR DEL CONGRESSO 2013 AIC

E' finito un grande congresso!

Nella grandiosa cornice della Certosa di Pisa è andato di scena il ventunesimo congresso AIC.
Era la prima volta a Pisa dopo i ventanni di Faenza, a parte la parentesi di Torino, e devo dire che tutto è andato per il meglio. Un centinaio di soci e non, si sono avvicendati nei due giorni di conferenze, visita alla mostra scambio e nell'inedito torneo AIC di Calciobalilla.

Leggi tutto...

.20 anni AIC

..si è chiuso un ventennio

....è andata proprio così. si è chiuso un ventennio, si è chiusa una generazione. ma....se ne apre un'altra.
Vent'anni di AIC! provate a pensarci! chi tra voi nel 1993, poteva mai credere che un giorno avrebbe fatto parte dell'unica associazione ciclidofila italiana? Io e qualche altro, nel '93 avevamo qualche anno in meno e ci abbiamo creduto. Infatti sono qui a raccontarvi il nostro anniversario. L'AIC è viva più che mai!

Leggi tutto...

 enzo1è qui la festa???? mi pare che lo dicesse jovannotti.

ecco, il congresso aic lo considero una grande festa. come quelle che si fanno nei paesi. dove partecipano tutti, belli e brutti, ricchi e poveri, senza distinzione di classe.

quando ho iniziato a preparare il congresso, mi sono messo dalla parte di chi ci partecipa.

ho avuto modo di assistere a moltissimi congressi in giro per l’europa, ne ho preso spunto un po’ da tutti, poi  ho cercato di dargli un po’ d’italianità. sì è vero sono un nostalgico, ma non disprezzo le cose buone di oggi.

una festa! ecco cosa credo debba essere il congresso aic. l’epilogo e l’inizio di un nuovo anno associativo.

la sede dove quelli che riescono a partecipare, si divertono, anche con le famiglie, con gli amici, o con le fidanzate. un punto di riferimento su un anno di appuntamenti fatti sul forum, o con mail.

quest’anno, in questa festa, ho visto molte facce sorridenti, soddisfatte di ritrovare gli amici e di divertirsi, di  ritrovare nell’aic a far parte di un’associazione. ho voluto, nonostante chi non può per vari motivi girare le varie manifestazioni europee, invitare (gratuitamente) alcuni boss europei, del settore ciclidofilo.

questa festa è stata evidenziata da tutti gli ospiti. hanno visto familiarità, amicizia, allegria, competenza, ciclidi di buona qualità.

nel pomeriggio di domenica, quando quasi tutti sono andati via, ci siamo fermati un paio d’ore a parlare nella hall dell’hotel, con ad, hotton, deproost, dulac, michele e vittorio.

 ci hanno fatto tantissimi complimenti, sia sull’associazione, sia sull’organizzazione, ma soprattutto è apparso ai loro occhi, una famiglia. tutti hanno avuto questa convinzione e hanno visto nella nostra manifestazione molti giovani. cosa che hanno rimarcato molto. nei loro congressi, ne vedono sempre meno.

è un bel complimento no?

Leggi tutto...

looseDomenica 19 settembre ore 18, tutto come prima. Tutto come pochi giorno fa. Il sole ancora caldo di fine estate era tornato a splendere e il solito fastidioso nubifragio era svanito.  Uscendo, ancora una volta stanco ma appagato, dal suo verdissimo parco, ho dato un ultima occhiata al fabbricato sede del museo di scienze naturali di Faenza, vuoto e di nuovo pulito ed in ordine. Pensavo che per una volta tutto il lavoro di riordino era stato eseguito rapidamente e senza grande sforzo e al contempo pensavo che era quindi difficile credere che solo poche ore prime in questo luogo ormai familiare si fosse tenuto l’ennesimo (il 18° per l’esattezza) congresso dell’Associazione Italiana Ciclidofili.

Uno dei tanti dunque? No, uno assolutamente speciale!

Leggi tutto...

 

Domenica sera, al termine del nostro consueto congresso, devo ammettere che mi sentivo piuttosto sereno e rinfrancato.
L’anno scorso la scarsa affluenza di pubblico mi aveva fatto decisamente dubitare della opportunità di proseguire con questa iniziativa, la qual cosa, devo riconoscere, mi sarebbe dispiaciuta non poco.
 

Leggi tutto...

store

Gadget e libri

Chi è Online

Abbiamo 117 visitatori e nessun utente online

Sei il visitatore n.

Visite agli articoli
863514